In seguito al Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze dello scorso 30 agosto, è stato dato il via a Comuni, Province e Città metropolitane per la possibile rinegoziazione dei mutui che presentano le caratteristiche indicate dalla legge di bilancio 2019 (comma 962, articolo 1, legge 30 dicembre 2018 n. 145).

Cassa Depositi e Prestiti ha comunicato che dal 25 settembre al 23 ottobre sarà possibile, per gli enti interessati, aderire alla rinegoziazione, con caratteristiche diverse rispetto al passato: infatti, con la nuova rinegoziazione si avrà la riduzione del tasso di interesse fisso (con conseguente miglioramento del valore finanziario delle passività a carico degli enti) senza la modifica del piano di ammortamento.