og-stemma-catania

Catania, aggiornato il catasto dei soprassuoli percorsi dal fuoco nell’anno 2016

Il consiglio comunale di Catania, con delibera numero 2 dell’8 gennaio 2019, ha approvato il censimento degli elenchi aggiornati delle particelle dei soprassuoli percorsi da fuoco, nell’anno 2016, nel territorio del Comune di Catania, ai fini dell’applicazione dei vincoli, divieti e prescrizioni previsti dall’art. 10 della L. 21.11.2000 n. 353 “Legge quadro in materia di incendi boschivi” e ss.mm.ii.. Il comma 1 del citato articolo che recita che “le zone boscate ed i pascoli i cui soprassuoli siano stati percorsi dal fuoco non possono avere una destinazione diversa da quella preesistente all’incendio per almeno quindici anni”. La delibera specifica che è, tuttavia, consentita la costruzione di opere pubbliche necessarie alla salvaguardia della pubblica incolumità e dell’ambiente. Disposta la notificazione del presente atto alla Prefettura, all’assessorato Regionale Agricoltura e Foreste, all’ispettorato ripartimentale delle Foreste, al comando provinciale dei Vigili del Fuoco, all’Agenzia del Territorio di Catania, alla direzione Urbanistica e Gestione del Territorio e a quella del Patrimonio, Provveditorato Economato e Autoparco del comune di Catania, per gli adempimenti successivi.

og-stemma-catania

Catania, a Natale le luminarie e spettacoli a Capodanno

Il comune di Catania ha dato indirizzo politico per la realizzazione di luminarie natalizie e di spettacoli per Capodanno 2019, presso piazza Duomo o piazza Università, presso piazza Dante, presso piazza Giovanni Verga e/o eventuali altre location che saranno individuate dall’Amministrazione.  Dato mandato alla Direzione Gabinetto del Sindaco di attivare la procedura di sponsorizzazione e predisporre gli atti per l’accoglimento di eventuali donazioni in denaro, alla Direzione Cultura per l’organizzazione degli eventi, alla Direzione Manutenzioni e Servizi Tecnici per la realizzazione delle luminarie, alla Ragioneria generale di monitorare la spesa in funzione delle entrate.

“L’Amministrazione comunale, si legge nella delibera numero 161 del 20 novembre 2018,  al fine di favorire la crescita culturale e valorizzare il territorio, promuove le attività artistiche culturali e natalizie, anche attraverso la realizzazione di luminarie, mostre di grande rilievo internazionale e manifestazioni di spettacolo in tutte le loro diverse espressioni. Tutto ciò contribuirà a rendere il territorio sempre più attrattivo per i residenti ed i turisti. L’Amministrazione comunale intende offrire alla cittadinanza una Festa di Capodanno che coinvolga più aree della città, individuate nel suo centro storico, al fine di differenziare le attività artistiche e di dare l’occasione a tutti i cittadini e turisti presenti nel territorio di godere dell’atmosfera natalizia”.

180px-Catania-Stemma

Catania, l’impegno per la Riduzione delle Calamita’

La giunta comunale di Catania ha approvato l’adesione alla campagna per le Città Resilienti, “Making Cities Resilient”, promossa da UNISDR (United Nations International Strategy for Disaster Reduction), l’agenzia delle Nazioni Unite dedicata alla riduzione delle calamità, dando atto che tale adesione alla campagna “Making Cities Resilient” non comporta oneri a carico del Bilancio Comunale. L’organo di indirizzo del comune di Catania ha, dunque, accolto la proposta dell’architetto Maria Luisa Areddia, direttrice della Direzione Protezione Civile e Pubblica Incolumità che nella premessa, anche riportata nella delibera numero 144 del 2 novembre u.s., ha riferito che l’United Nations International Strategy for Disaster Reduction (UNISDR), l’agenzia delle Nazioni Unite dedicata alla riduzione delle calamità, che mira a favorire lo scambio di esperienze e buone pratiche delle città impegnate nella riduzione dei rischi da disastri e calamità, ha lanciato nel 2010 la campagna per le Città Resilienti (Making Cities Resilient) quale strumento di sensibilizzazione e di supporto rivolto alle autorità locali, per la riduzione dei rischi di catastrofi e l’aumento della resilienza delle comunità; che tale campagna propone una checklist in dieci punti in cui vengono presentate le misure essenziali per rendere le città resilienti, evidenziando il ruolo fondamentale della comunicazione tra l’amministrazione, il sistema di protezione civile e i cittadini; che la Conferenza Mondiale delle Nazioni Unite sulla Riduzione del Rischio da Disastri svoltasi a Sendai nel 2015 ha sottolineato l’importanza delle politiche locali per la resilienza e il ruolo fondamentale in Italia del Sindaco, autorità comunale di protezione civile, figura centrale nella campagna “Making Cities Resilient”; che il tema della riduzione dei rischi da catastrofi è di vitale importanza per i paesi sviluppati e in particolare per le città, le quali si trovano per prime ad affrontare le conseguenze degli eventi calamitosi.

ANCI e Fondazione Enel stanno promuovendo l’adesione dei Comuni italiani alla campagna dell’UNISDR “Making Cities Resilient” e alla luce di ciò si è ritenuto opportuno pensare di aderire alla campagna dell’UNISDR “Making Cities Resilient”.

180px-Catania-Stemma

Catania, la Fondaco sponsorizza il restauro del “Ritratto di Gentiluomo” custodito presso il museo civico Castello Ursino

La giunta di Catania ha preso atto della sponsorizzazione tecnica di restauro dell’opera “Ritratto di Gentiluomo” olio su tavola – 1570 ca. – collezione Benedettini, attribuito a Domenikos Theotokopoulos detto “El Greco”, della collezione del Museo Civico Castello Ursino, offerta da Fondaco srl comunicare con l’arte su mandato di Coop Alleanza 3.0 Società Cooperativa. Il valore dell’intervento è pari ad € 5.734,00 (euro cinquemilasettecentotrentaquattro/00) IVA compresa. Demandati gli atti consequenziali e la stipula del contratto alla Direzione Cultura.

La società Coop Alleanza 3.0 sta infatti supportando finanziariamente il progetto “Opera Tua”, che prevede il restauro di opere d’arte, individuate con procedura di votazione sul web, da attuare su scala nazionale in sette regioni tra le quali la Sicilia. Per farlo ha demandato alla Fondaco srl il compito di effettuare una ricerca di opere da restaurare, conferendole mandato a stipulare e a sottoscrivere convenzione con l’Ente relativamente al restauro in oggetto.

La Fondaco srl comunicare con l’arte, una società di comunicazione che si propone, tra l’altro, di valorizzare il patrimonio storico, artistico e culturale ricercando investitori disposti a finanziare le operazioni di restauro, manutenzione protezione e sostegno, lo scorso marzo ha prospettato all’amministrazione comunale di Catania la possibilità di una sponsorizzazione tecnica di restauro di un’opera d’arte che sarebbe stata votata sul web. Il museo Civico Castello Ursino aveva indicato appunto “Ritratto di Gentiluomo” quale dipinto da candidare

180px-Catania-Stemma

Catania, adottato il Piano acustico strategico

Il consiglio comunale di Catana ha adottato il Piano acustico strategico dell’agglomerato urbano. Si tratta di uno strumento di Pianificazione Ambientale, previsto dal dlgs n. 194 del 19 Agosto 2005 attuativo della direttiva 2002/49/CE, di rilevante importanza ai fini della contenimento degli effetti nocivi sulla salute pubblica causati dalle emissioni acustiche che superano i limiti consentiti dalla legge in materia.

Fissati dunque i limiti per le sorgenti sonore esistenti e pianificati gli obiettivi ambientali al fine di prevenire l’inquinamento e di favorire lo sviluppo sostenibile nel territorio di riferimento, in osservanza del cronoprogramma fissato dall’Assessore Regionale al Territorio e all’Ambiente per l’adozione dei Piani Acustici Strategici degli agglomerati Urbani su tutto il territorio regionale.

180px-Catania-Stemma

Catania, beni confiscati alla mafia utilizzati per fronteggiare l’emergenza abitativa

La giunta di Catania ha approvato la richiesta di cambio di destinazione d’utilizzo della villetta sita in contrada Vaccarizzo, villaggio Cielo Azzurro, confiscata alla mafia e acquisita al patrimonio indisponibile dell’Ente tramite il decreto di destinazione n.72941 del 30 novembre 1999, del Ministero delle Finanze contenente l’indicazione di destinarla ad “associazioni, centri sociali e/o organizzazioni ONLUS che si propongono nei loro statuti, di perseguire attività di volontariato con fini esclusivamente socio-assistenziali”. L’esecutivo ha approvato la proposta avanzata dal responsabile della Direzione Patrimonio-Partecipate, l’ingegnere Maurizio Trainiti, di modificare la destinazione di utilizzo di quel bene “in ricoveri d’emergenza abitativa ferma restando la valenzasociale che assolve la destinazione d’uso proposta”, si legge nella delibera numero 106 del 6 giugno u.s..

La decisione dell’esecutivo si inquadra nel contesto già cristallizzato nelle precedenti delibere (n. 139 e n. 182 rispettivamente in data 11.10.2017 e 12.12.2017) in cui il comune di Catania ha manifestato la disponibilità all’acquisizione al patrimonio dell’Ente di immobili proprio per fronteggiare l’emergenza abitativa registrata sul territorio.

Atteso, per altro, che il comune di Catania negli anni ha già beneficiato del trasferimento al patrimonio immobiliare indisponibile di un certo numero di immobili sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, affinchè fossero destinati ad associazioni O.N.L.U.S. , tale modifica non arreca pregiudizio all’uso sociale perseguito con altri immobili a favore di onlus.

 

Comuni

 

neicomuni.it – Reg. Tribunale Reggio Calabria n. 3/2018

Direttore responsabile Giuseppe Praticò
Interdata Cuzzola S.r.l.
Via del Gelsomino, 37 – 89128 Reggio Calabria (RC)
partita IVA 01153560808 – REA RC116134

Copyright 2019 - Nei Comuni ©  All Rights Reserved